La casa del futuro sarà made in Italy? Sicuramente il nostro paese ha eccellenze nel campo, come il team romano guidato dall’architetto Chiara Tonelli, che con il progetto RhOME for denCity si è aggiudicato il primo premio per la sezione “social housing” al Solar Decathlon Europe 2014, le olimpiadi dell’architettura eco-sostenibile.

Il gruppo di studenti e ricercatori ha ideato un modello di abitazione a impatto zero in funzione di un progetto più ampio di riqualificazione urbana dell’area di Tor Fiscale, a sud-est di Roma. Il concetto di fondo è ri-densificare senza occupare nuovo suolo pubblico, ma incrementando il numero di abitazioni con case di piccole dimensioni, per soddisfare le esigenze di giovani coppie e inquilini ‘di passaggio’.

Il prototipo di queste nuove dimore consiste in un prefabbricato di 76 metri quadri, alimentato a energia solare e realizzato in parte con materiali riciclati. La struttura dell’edificio è inoltre concepita in modo da consentire la possibilità di modificare l’alloggio a seconda delle esigenze, prevedendo le eventuali trasformazioni già in fase di progettazione.

La proposta di RhOME for denCity non mira tuttavia al solo sviluppo di un nucleo abitativo sostenibile, bensì alla riqualificazione delle città tramite un nuovo modello di aggregazione urbana, basato sull’efficienza, la sostenibilità e il recupero delle aree degradate. Un’ambizione che parte da Tor Fiscale per cercare di dare risposte ai problemi delle grandi città del mondo, come affermano i titolari del progetto: “La nostra idea è trasmettere alle persone il principio base: pensare globalmente, agire localmente”.

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts