Quando si parla di risparmio energetico, si pensa sempre ad una migliore efficienza degli apparecchi o degli impianti di condizionamento, ma non si pensa mai ad un’altra possibilità, che consentirebbe risparmi davvero notevoli.

Se tutti gli apparecchi domestici (freezer, lavatrici, lavastoviglie) fossero connessi ad un computer, oltre che alla rete elettrica, i consumi potrebbero essere distribuiti meglio nel corso della giornata, riducendo i picchi di richiesta e sfruttando le energie rinnovabili tipicamente intermittenti, come il sole e il vento.

Il fornitore di energia potrebbe dialogare con gli apparecchi di casa, per esempio spegnendo per pochi minuti il vostro freezer per permettere al vostro vicino di usare l’energia per il forno. Per ricompensarvi, il fornitore potrebbe concedervi un piccolo sconto sulla bolletta energetica.

Moltiplicare questo sistema su larga scala significa reagire meglio ai picchi di domanda energetica, e in ultima analisi avere minore necessità di produrre energia e di costruire centrali elettriche. È possibile che questa “Internet dell’energia” diventi presto una realtà.

(fonte: bbc.com/news/business)

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts