Un team di chimici e ingegneri dell’Università del Texas ad Arlington ha dimostrato che luce concentrata, calore e alta pressione possono trasformare anidride carbonica e acqua in carburante liquido, in un solo processo. Semplice e poco costoso, questo sistema potrebbe potenzialmente limitare il riscaldamento globale, togliendo anidride carbonica dall’atmosfera per produrre carburante. Inoltre un sottoprodotto della reazione è l’ossigeno, che verrebbe immesso nell’atmosfera con evidenti benefici. Al contrario dell’idrogeno, il carburante ottenuto con questo processo potrebbe essere utilizzato in tutti i motori già in uso su auto, mezzi pesanti e aerei.

La conversione di anidride carbonica e acqua in carburante e ossigeno può essere ottenuta in un reattore fototermochimico che lavora con una temperatura tra i 180 e i 200° C e una pressione fino a 6 atmosfere. La luce concentrata guida la reazione fotochimica, che genera composti intermedi ad alta energia e calore per guidare le reazioni termochimiche del carbonio, per produrre idrocarburi in un solo processo.

Il foto-catalizzatore usato nel reattore sperimentale è il diossido di titanio, una polvere bianca che non può assorbire tutto lo spettro della luce visibile. Il prossimo passo della ricerca sarà trovare un foto-catalizzatore che possa utilizzare tutta la luce solare, per ottenere un carburante davvero sostenibile usando l’energia solare.

(fonte: uta.edu)

Leggi anche:
Un nuovo carburante solido ci porterà su Marte?
La plastica diventa carburante senza trasportarla
L’auto strana che fa 1.000 chilometri con una tanica di carburante

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts