Grazie ad un accordo tra il Governo scozzese e la compagnia norvegese Statoil, cinque pale eoliche con una capacità di 6 MW l’una saranno installate su strutture galleggianti circa 25 km al largo della costa nordest della Scozia, vicino a Peterhead. L’installazione è stata denominata Hywind Pilot Park, e sarà il primo parco eolico galleggiante del mondo. Dovrebbe essere operativo alla fine del 2017 e produrrà energia sufficiente per 20.000 abitazioni.

Le pale si muoveranno grazie al vento del Mare del Nord, con una velocità media intorno ai 19 nodi, e saranno distribuite su un’area di 4 Km quadrati dove la profondità oscilla tra i 95 e i 120 metri. Le strutture galleggianti superano il limite dei parchi eolici offshore tradizionali, dove è necessario costruire torri ancorate al fondale marino e limitarsi quindi alla profondità di 80 metri. La profondità ideale per le pale eoliche fisse è compresa tra 20 e 50 metri, ma due terzi del Mare del Nord hanno una profondità tra i 50 e i 220 metri.

Hywind Pilot Park è il risultato di un processo di sviluppo durato 6 anni, con un prototipo da 2,3 MW installato a 10 km dall’isola norvegese di Karmøy: questa turbina, la prima galleggiante di questa potenza, ha prodotto 7,3 GWh e ha resistito a onde di 11 metri.

Le pale eoliche galleggianti possono essere collocate molto più lontano dalle coste, dove i venti sono più forti e dove le pale risultano invisibili da terra. Questo sistema di fatto rende accessibili enormi aree oceaniche che prima non potevano essere utilizzate per i parchi eolici.

(fonte: statoil.com)

Leggi anche:
Elettricità in Europa: 25% dall’energia eolica entro il 2030?
Un pezzo di Germania diventa autosufficiente grazie all’eolico
3 modi in cui la produzione energetica nel mondo sta per cambiare

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts