Il Wi-Fi, invisibile ma onnipresente, è un fantastico mezzo tecnologico che ci permette di collegare portatile e stampante, vedere film sul tablet e rimanere in contatto con il mondo attraverso lo smartphone. Il suo unico problema, come tutti sappiamo, è il consumo di energia, che riduce la durata delle nostre batterie.

Un team dell’Università di Washington, ha dimostrato che è possibile avere la trasmissione Wi-Fi con un consumo di energia ben 10.000 volte inferiore al sistema convenzionale. Inoltre il nuovo sistema di Wi-Fi passivo consuma 1.000 volte meno energia dei più efficienti sistemi di comunicazione wireless, come Bluetooth Low Energy e Zigbee.

Il Wi-Fi passivo parte dall’idea di separare le operazione analogiche da quelle digitali, che sono entrambe necessarie per la trasmissione dei dati. Negli ultimi 20 anni la parte digitale è diventata molto efficiente dal punto di vista energetico, mentre quella analogica continua a consumare molta energia.

L’architettura del sistema di Wi-Fi passivo assegna le funzioni energeticamente più dispendiose, come la produzione di un segnale ad una specifica frequenza, ad un singolo device della rete, che rimane connesso alla rete elettrica. Altri device passivi invece ritrasmettono pacchetti di dati semplicemente riflettendo il segnale in forma digitale, e sono loro a dialogare con il nostro portatile, smartphone o tablet.

Questa nuova tecnologia naturalmente può semplificare il modo di comunicare che già conosciamo, ma apre anche molte possibilità di comunicazione finora impossibili.

(fonte: washington.edu)

Leggi anche:
Connessione Wi-Fi per aree isolate
Energia solare, Wi-Fi e raccolta dei rifiuti

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts