Si definiscono case passive gli edifici residenziali con un’alta efficienza energetica, in particolare legata al riscaldamento e al condizionamento. Normalmente sono i grandi edifici a beneficiare maggiormente di queste caratteristiche, sopratutto in termini di riduzione dei costi di gestione, ma la Castlemaine Passivhaus, disegnata dagli architetti australiani di Carbonlite, dimostra che anche una piccola casa prefabbricata a basso costo può essere estremamente efficiente in termini energetici.

Carbonlite, che è specializzata in case sostenibili prefabbricate, ha preparato le varie sezioni della casa in 5 giorni. Le sezioni sono state poi trasportate sul luogo della costruzione, e il giorno stesso è stata eretta la struttura, isolandola dal vento e dall’acqua. Nei successivi 10 giorni la casa è stata completata e resa abitabile per i proprietari.

La casa, che occupa una superficie di 39 metri quadri, è dotata di un tetto monoinclinazione con una sporgenza che ombreggia l’esterno, riducendo il surriscaldamento estivo. La struttura è in legno, con pannelli di isolamento in lana e fibra di legno. Il fabbisogno energetico annuale per il solo riscaldamento è quantificato in 6 kWh per metro quadrato, mentre il fabbisogno totale annuo per riscaldamento, energia elettrica e acqua calda è di circa 115 kWh per metro quadrato. Pannelli fotovoltaici sono utilizzati per la produzione di energia elettrica, mentre un serbatoio da 4.000 litri raccoglie l’acqua piovana per gli usi domestici che non richiedono acqua potabile.

La casa è stata completata nell’ottobre 2014 a Castlemaine, una cittadina a circa due ore da Melbourne (Victoria, Australia).

(fonte: www.gizmag.com)

Leggi anche:
Adattabile e a impatto zero: la casa del futuro arriva dall’Italia
La casa smart a impatto zero
La macchina che stampa 10 case al giorno

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts