Uno studio di architettura svedese ha trasformato un vecchio fienile in una casa-serra, dove uomini e piante condividono lo stesso spazio in armonia. Il risultato è Upgrenna Nature House, che unisce il design contemporaneo e l’architettura svedese tradizionale: la forma e le pareti di legno verniciate di rosso ricordano le case tradizionali, mentre il tetto in vetro e gli arredi interni sono più legati all’estetica attuale.

Tutti gli scarti (dai servizi igienici, dalla cucina o dal giardino) sono trasformati in compost. L’acqua piovana viene raccolta e utilizzata per i bagni, la cucina e la lavanderia, ma una volta utilizzata ritorna alla natura sotto forma di irrigazione per le piante che purificano l’aria all’interno.

Il sole viene utilizzato come fonte di energia in diversi modi. Quando riscalda l’area di soggiorno, crea correnti interne che circolano liberamente nell’edificio. Il calore solare che si accumula nella serra viene invece immagazzinato in un substrato roccioso sotto la costruzione. Nei giorni più freddi entra in funzione una stufa ad alta efficienza.

La serra occupa quasi metà della superficie della casa, e permette di coltivare frutta, fiori e verdure, oltre ad ospitare un piccolo stagno con una cascata e alberi di agrumi. Secondo gli architetti, vivere in una serra incoraggia uno stile di vita pulito e sostenibile.

Upgrenna Nature House è una spa e un centro congressi che produce il cibo che viene consumato nell’edificio e ricicla tutta l’acqua che utilizza. Il principio che ha ispirato gli architetti era creare un edificio sostenibile che producesse cibo invece di rifiuti: missione compiuta.

(fonte: greenbuildingelements.com)

Leggi anche:
Una facciata di serbatoi d’acqua per la casa sostenibile
La casa sostenibile che resiste anche agli uragani
Condizionamento passivo in India
Case che producono energia

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts