Trasformare la plastica in carburante è un processo già in uso, con innegabili vantaggi per l’ambiente. EcoFuel Technologies è un’azienda statunitense che ha pensato di andare ancora oltre: progetta impianti per la conversione della plastica in carburante che funzionano nello stesso luogo dove si producono gli scarti, eliminando la necessità del trasporto.

Gli impianti EcoFuel possono trasformare la plastica in gasolio per diesel, in benzina oppure in lubrificante industriale. Considerando i costi generalmente alti del carburante e la quantità di plastica che può finire negli oceani, la soluzione di EcoFuel sembra perfetta per risolvere entrambi i problemi. Rimane aperto il dibattito sulla sostenibilità ambientale del processo di conversione, se non altro perché potrebbe creare una maggiore domanda di plastica.

I possibili utilizzatori di questi impianti sarebbero principalmente città o piccole industrie, per le quali la plastica è un rifiuto o un prodotto di scarto che dovrebbero comunque pagare per smaltire. Trasformandola in carburante, invece di avere un problema da risolvere la farebbero diventare una risorsa.

(fonte: sustainablog.org)

Leggi anche:
I supermercati che “mangiano” i loro rifiuti
La città di domani: un ecosistema virtuoso
Bevi l’acqua e poi mangi la bottiglia

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts