Vista da lontano, questa torre di Pechino, costruita recentemente da Skidmore, Owings & Merrill (SOM) di Chicago, potrebbe sembrare uno dei tanti grattacieli rettangolari che spiccano nella capitale cinese. Vista un po’ più da vicino, tuttavia, si vede che il Beijing Greenland Center è caratterizzato da un’elegante facciata trapezoidale di vetro che serve a migliorare la sua performance energetica.

Con i suoi 55 piani, la torre è situata nella zona commerciale di Dawangjing e si innalza per un’altezza di 260 m. L’interno contiene una serie di uffici e 178 appartamenti. L’edificio è inoltre connesso a un negozio su più piani. Il modello della facciata in vetro si ispira alla tecnica scultorea del bassorilievo, e comprende due tipi di moduli di vetro tradizionali: il primo si restringe verso l’alto, l’altro verso il basso, e i due moduli si alternano lungo la facciata, riflettendo la luce del giorno all’interno e all’esterno della torre.

torre-pechino-per-testo

“Il team del design desiderava creare una torre elegante e appariscente, tenendo in considerazione le interazioni tra la forma, la luce e l’ombra” spiega SOM. “In risposta al cielo nuvoloso di Pechino, la torre cattura e riflette la luce del giorno per illuminare la zona circostante”. SOM dice inoltre che la facciata trapezoidale in vetro migliora la prestazione termica dell’edificio, riducendo il riscaldamento solare rispetto a una facciata in vetro completamente piatta.

L’azienda mira a ridurre del 30% l’utilizzo di energia e il consumo di acqua per il Beijing Greenland Center. A parte la facciata in vetro, l’edificio comprende delle tecnologie ad alta efficienza energetica che includono pompe a velocità variabile per il riscaldamento e il raffreddamento, un sistema di raffreddamento evaporativo e una ruota termica (un sistema di recupero energetico del calore, che ricattura i gas di scarico e l’aria calda e li riutilizza per il riscaldamento).

(fonte: gizmag.com)

Leggi anche:
In Svizzera, una torre piena di alberi
Tecnologie verdi per abitare a Singapore
Il Bullit Center di Seattle: un edificio autosufficiente

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts