A Kaufbeuren, in Germania, sorge uno degli edifici più sostenibili al mondo: si chiama “House of Energy”, ha un fabbisogno energetico annuale per il riscaldamento di soli 8 kWh/m2 e 250 m2 di pannelli fotovoltaici sul tetto. Questo edificio, adibito in parte ad uso commerciale e in parte ad uso abitativo, per le sue eccezionali caratteristiche ha ricevuto la certificazione Passive House Premium.

Per avere la certificazione, introdotta dal Passive House Institute per premiare gli edifici che utilizzano energie rinnovabili,  un edificio deve consumare al massimo 30 kWh/m2 di energia rinnovabile l’anno e produrne almeno 120 kWh/m2 l’anno, sempre da fonti rinnovabili.

La “House of Energy” è di poco sotto la soglia relativa alla produzione di energia (103 kWh/m2), che però viene ampiamente compensata dal consumo bassissimo: solo 21 kWh/m2 l’anno, poco più di due terzi di quanto richiesto.

Per raggiungere questo notevole risultato sono state impiegate diverse tecnologie, tutte facilmente accessibili: finestre con tripli vetri, isolamento termico ottimale, tenuta d’aria e sistema di ventilazione con recupero del calore. Una pompa di calore geotermica contribuisce a coprire le necessità di riscaldamento e acqua calda. L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico e non utilizzata dall’edificio viene immessa nella rete elettrica.

La “House of Energy” è stata completata lo scorso anno, e il 14 e 15 novembre (Passive House Days) è stato aperto al pubblico.

(fonte: gizmag.com)

Leggi anche:
La casa a energia solare in materiale riciclato
L’edificio più sostenibile al mondo
Il Bullit Center di Seattle: un edificio autosufficiente
Il nuovo municipio sostenibile di Buenos Aires

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts