Tre studenti di architettura californiani hanno lavorato per più di un anno al progetto del Huerta del Valle Community Garden. Questo centro sarà un’area di aggregazione e socialità, con orti biologici, biblioteca, anfiteatro, cucina e casa dei giochi per i bambini, costruito con materiali di recupero e alimentato da energia solare.

Ogni struttura del centro utilizza una diversa strategia in materia di sostenibilità, e l’intero centro sarà a impatto zero in quanto a emissioni di anidride carbonica. L’edificio che ospiterà biblioteca e aule didattiche sarà costruito usando la terra scavata per creare l’anfiteatro, ma anche container riciclati e pneumatici recuperati, che sarebbero altrimenti finiti in discarica. Sul tetto, naturalmente, saranno presenti pannelli solari per la fornitura di energia al complesso.

Oltre a queste importanti caratteristiche, che puntano alla riduzione dei consumi di energia e al riciclo dei materiali, questa iniziativa nasce soprattutto per dare l’opportunità anche alle comunità più svantaggiate di coltivare e consumare cibi sani. In queste zone di solito dilaga il junk food, e l’obesità è molto diffusa. Il Community Garden vorrebbe essere uno spazio dove condividere e insegnare nuove e più salutari abitudini, migliorando così la salute degli abitanti.

(fonte: huertadelvalle.org)

Leggi anche:
L’energia della solidarietà
Le 10 case più green d’America
Tecnologie verdi per abitare a Singapore

Subscribe To Our Blog

Get the latest news from us, on your email!

Delicious Digg Facebook Favorites More Stumbleupon Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Featured Posts